Alberi del Giardino dai Buoni frutti su affresco, 2017 – 2018

la vita è bella se la immaginiamo come un Paradiso terrestre in cui si può vivere in pace e con il sorriso.

Per fare questo ho cominciato ad usare gli abiti usati, miei, dei miei figli e di mio marito. Il vestito usato contiene il vissuto e quindi la memoria da usare per un futuro migliore.

Dopo varie sperimentazioni, ora li spezzetto, li compatto, li indurisco con resine, per la conservazione nel tempo e li applico su vari supporti (ferro, legno o PVC scolpiti a bassorilievo, tela o tavola dipinta con la tecnica ad affresco) in cui ho tracciato alberi di svariate forme e misure.

Ora il mio Giardino dell’Eden si chiama Alberi dai buoni frutti.

Recentemente faccio vibrare gli alberi dipinti solo con colature di resine , modificando miei quadri degli anni passati, diventando così,Giardini elisi. In questo processo c’è sempre un recupero di “storia”, ma ho ulteriormente tolto il superfluo per tendere all’essenza del pensiero che voglio trasmettere: AMORE.

Mi auguro che il pubblico impari a conoscermi e che il mio messaggio possa diventare contagioso.